Valutare oggettivamente eventi e persone: 3 strategie pratiche

Tutti pensiamo di avere ragione, sono gli altri a sbagliarsi. Eppure proviamo a farci queste domande…

  • La valutazione che facciamo di un evento è oggettiva?
  • Quella persona è affidabile?
  • Come ce ne siamo convinti?
  • Chi ha ragione? Su che basi effettive?
  • Ci ricordiamo esattamente quello che è successo?

Per rispondere a queste domande è utile partire ancora prima che la realtà abbia inizio.

Infatti, le previsioni che facciamo sono in grado di “imporsi” sulla realtà percepita.

Se ci aspettiamo un certo comportamento, un determinato ambiente o perfino un sapore, questa anticipazione tende a imporsi con forza sulla realtà, sovrapponendosi ad essa o, perlomeno, ci spinge a percepire gli eventi e i comportamenti altrui come qualcosa che si trova a metà strada tra la nostra aspettativa e la realtà oggettiva.

Questo fenomeno nasce dal basso: le vie neurali che trasportano le previsioni sono più solide e veloci di quelle che trasportano i dati sensoriali (Feldman Barrett et al., 2017).
Sopra questa base neurologica, si appoggiano una serie di meccanismi mentali ed emotivi che possono ulteriormente spostare la percezione più o meno lontano dalla realtà.

Si tratta di un meccanismo che ha forte impatto su come viviamo e interpretiamo il mondo, sui conflitti e le incomprensioni basate sul fatto di “vedere le cose diversamente”.

Non solo, si tratta di un meccanismo che influisce anche sui processi di soddisfazione e motivazione, in correlazione anche al ricordo (in parte falsato) che si andrà a creare.

Come ha ben evidenziato il premio Nobel Daniel Kahneman, noi tendiamo a focalizzarci su dettagli emotivamente salienti i nostri ricordi, perdendo di vista l’esperienza nel suo complesso. È quello che succede quando, ad esempio, un disguido a fine serata ci fa valutare negativamente tutto quello che è successo. Perdiamo di vista i diversi momenti vissuti, i valori evolutivi delle esperienze fatte, il godimento momentaneo e altri importanti fattori, che nel complesso sono molto superiori a quell’unico dettaglio negativo.

Tutti questi meccanismi di anticipazioni, previsioni, percezioni, emozioni, pensiero e memorie, giocano un ruolo fondamentale nel nostro benessere e nella capacità di vivere appieno.

Conoscendone il funzionamento, è possibile usarli a proprio vantaggio e ricreare modalità fisiologiche e funzionali.

1. RIPARTIRE DAL SENSORIALE

( per andare verso MEMORIE, CONVINZIONI, EMOZIONI, ecc.) 

Un primo modo avviene attraverso stimolazioni sensoriali innaturali o paradossali (che possono essere ottenute semplicemente facendo ad occhi chiusi qualcosa che si fa normalmente a occhi aperti, oppure alterando la percezione sensoriale con una fasciatura a strisce alterne, amplificando posture o movimenti abituali) le vie sensoriali possono prendere il sopravvento e recuperare forza e valore dei dati oggettivi rispetto alle vie previsionali.

In questo ambito ci sono numerose tecniche che possono essere usate nel momento disfunzionale specifico (picco emotivo, conflitto, evento stressante, ecc.) o durante una sessione di lavoro (mentale e/o fisico) per ricreare le condizioni favorevoli e riprocessare correttamente memorie, convinzioni o stati di attivazione/disattivazione.

2. ANDARE “ALL’INDIETRO” PER ANDARE AVANTI 

Un’altra strategia utile, partendo dalla valutazione di un ricordo, che sia per il suo valore emotivo o per una testimonianza, riguarda l’efficacia di raccontare gli eventi in ordine inverso: dalla fine all’inizio. La nostra mente, in questo modo, non riesce a fare salti in avanti e non recupera nessi associativi da altri ambiti o esperienze analoghe.

È così possibile recuperare informazioni più chiare, dettagli che venivano persi e distinguere fra tre livelli ben distinti tra cui spesso si fa confusione: i fatti, le opinioni e i sentimenti provati.

Inoltre è importante ben distinguere tra una rievocazione di un ricordo utile (per apprendere, elaborare, cambiare strategia, sfogare, ecc.) e una ripetizione vuota, senza valore evolutivo, ma solo in grado di mantenere attivo il dolore e le valutazioni negative (di auto-commiserazione, di passività, di fallimento, ecc.).

Per lavorare su questi aspetti è utile muoversi tra i diversi livelli delle Narrative (storiche, episodiche, contestuali, ecc.) e tra tutti i canali dei Flows (ovvero i “flussi”, come prendono forma e fluiscono – più o meno – ideazione, comunicazione, postura, movimento, energia, motivazione, ingaggio, ecc.), come facciamo in modo approfondito, ad esempio, nella fase di Modulazione degli Schemi Funzionali Integrativi.

3. LAVORARE SU DUE ASSI TEMPORALI

Un ultimo accorgimento molto efficace è quello di creare situazioni in cui si alternano situazioni di sincronia e asincronia rispetto alle dinamiche di reazione a fenomeni di stress o forti emozioni interpersonali.

Le previsioni sono infatti di due tipi:

  • Quelle passo-passo, in buona parte gestite in modo non consapevole e che attingono alle risorse corporee e alla memoria procedurale, permettendo di avere un adattamento flessibile e rapido alla situazione in corso (si affronta un esame, una riunione, un conflitto);
  • Quelle più a lungo termine, dove il pensiero logico può avere un ruolo centrale e che richiedono un tempo di preparazione e capacità di attesa.

Allenandosi a gestire entrambe le tipologie e i relativi meccanismi che le governano, diventa possibile sviluppare risorse e competenze di auto-regolazione evolute e performance che siano in pieno controllo e fluidità.

ANDARE ANCORA OLTRE…

In questo articolo abbiamo visto solo una piccola parte di quello che si può fare.

Delle 8 macro-fasi in cui si articolano un comportamento, una risposta di adattamento o di stress nei loro schemi funzionali, ne abbiamo toccati (parzialmente) solo 3.
Se ti interessa approfondire un modo pratico e strutturato di lavorare su questi temi e sul cambiamento, la cura e lo sviluppo a 360 gradi, con noi puoi farlo in due modi:
  1. in autonomia, con un percorso di crescita e aggiornamento costante e progressivo, attraverso i moduli in continuo aggiornamento ed espansione di Integrative Sciences HUB (vai>), l’abbonamento online che ti permette di avere ogni mese nuovi corsi, aggiornamenti, tecniche sempre a tua disposizione online.
  2. con un percorso mirato, intensivo, con casi pratici, esercitazioni di gruppo e individuali, partecipando al Master in Scienze Integrative Applicate (vai>). Si tratta di un percorso in cui approfondire i meccanismi scientifici più moderni e avere a disposizione un metodo di lavoro generale ben articolato e una serie di tecniche e strategie mirate.

NB: ancora per poco è possibile iscriversi a una quota estremamente contenuta.



ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER PER GUARDARE IL VIDEO!
  La tua privacy è protetta.
Get our updates!
Enter your email below to get started:
We never share your details
DOWNLOAD THE E-BOOK!
Receive for free this useful technique now.
  We hate spam and never share your details.
Articoli simili?
Rimani aggiornato sulle prossime uscite e iniziative
Privacy garantita
NB: quando ricevi la prima mail salva il mittente tra i contatti! Se usi gmail controlla che il messaggio non finisca tra le promozioni, nel caso trascinalo nella cartella principale e conferma l'impostazione per i messaggi futuri.
DOWNLOAD THE E-BOOK!
Receive for free this useful technique now.
  We hate spam and never share your details.
DONE!
An email will be sent to you in a couple of minutes. So, check in your inbox!

If you don't see it, look in the spam folder
(or in the promotion tab if you use Gmail)
Confirm the message is not "spam" and drag it to the main inbox.

Remember to add us to your contact list,
like this you can stay sure to receive our future messages.
SHARE US!
Do you like this article?
Receive free update about this and similar topics!
Privacy guaranteed
When you receive the first email please save the sender into your contacts! If you use Gmail checks that our message doesn't end up among in the promotion tab, In this case drag it into the main tab and confirm the setting for future messages.
Guarda subito
il seminario online!
I Comportamenti Evolutivi:
adattamento e fisiologia di relazioni ed emozioni umane
FATTO!
In pochi minuti riceverai una mail. Controlla la tua casella!

Se non la trovi, guarda nella posta indesiderata
o anche nel tab 'promozioni' se usi Gmail
e trascina il messaggio nella cartella principale.
In ogni casi aggiungi il nostro indirizzo alla rubrica,
così non perderai i prossimi messaggi ;)
CONDIVIDI SUI SOCIAL!
LEGGI SUBITO!
Uno strumento pratico e flessibile
CONSULTA ORA!
Un pdf di uso pratico e immediato
Watch the webinar
Evolutionary Behaviors: adaptation and physiology of human emotions and relationships
How Ethology and Neuroscience help us to understand and manage human emotions
SCARICA SUBITO!
Una pratica mappa di lavoro
ISCRIVITI ORA!
Lascia nome, email e telefono, ti ricontatteremo a breve.
ENROL NOW!
Leave your name, email and phone below and we will be in touch soon.
ISCRIVITI ORA!
Lascia nome ed email, ti manderemo un promemoria prima del seminario
e, qualche giorno dopo, il link per vedere la registrazione.
Guarda subito il video!
45 minuti di riferimenti teorici ed esempi pratici
Guarda subito il video!
45 minuti di riferimenti teorici ed esempi pratici
GET IT NOW!
A practical and flexible tool
Motivating people to change is difficult
However, there are some communication methods designed to help us with these situations.
We have gathered 7 of the most useful communication PATTERNS in this FREE mini-guide
Motivating people to change is difficult
However, there are some communication methods designed to help us with these situations.
We have gathered 7 of the most useful communication PATTERNS in this FREE mini-guide
ALIMENTAZIONE:
salute, comportamenti, umore e pensiero
Seminario gratuito online
Inserisci sotto il tuo nome e la tua mail e guarda subito il video gratuito
ALIMENTAZIONE:
salute, comportamenti,
umore e pensiero
Seminario gratuito online
Inserisci sotto il tuo nome e la tua mail e guarda
subito il video gratuito
CROSSED CYCLES BREATHING
✓ Regulate stress responses
✓ Restore physiology to mind and body
✓ Develop self-control
1 basic TECHNIQUE
5 WAYS to apply it with sub-variants
8 scientific and theoretical CORNERSTONES
The system requires BOTH first and last name
(more than 2 letters each)
CROSSED CYCLES BREATHING
1 basic TECHNIQUE
5 WAYS to apply it with sub-variants
8 scientific and theoretical CORNERSTONES
The system requires BOTH first and last name (more than 2 letters each)
RESPIRAZIONE A CICLI INCROCIATI
1 TECNICA di base
5 MODALITÀ e 12 sotto-varianti
8 FONDAMENTI teorico-scientificI
ATTENZIONE: servono sia nome che cognome, lunghi più di 2 caratteri
RESPIRAZIONE A CICLI INCROCIATI
1 TECNICA di base + 5 MODALITÀ e 12 sotto-varianti
ATTENZIONE: servono sia nome che cognome, lunghi più di 2 caratteri
CROSSED CYCLES BREATHING
✓ Regulate stress responses
✓ Restore physiology to mind and body
✓ Develop self-control
1 basic TECHNIQUE
5 WAYS to apply it with sub-variants
8 scientific and theoretical CORNERSTONES
The system requires BOTH first and last name
(more than 2 letters each)