Prima di fissare obiettivi e buoni propositi, fai questa analisi

In questo periodo dell’anno ci si lascia prendere dal meraviglioso entusiasmo di voler essere persone migliori, professionisti più affermati e di voler vivere meglio. È fantastico e tutti dovremmo portare avanti questo atteggiamento tutto l’anno… tuttavia, per fare realmente il salto di qualità, per vivere veramente meglio, dovremmo prima farci alcune domande.

Stiamo inseguendo il nostro sogno di vita o quello della cultura in cui viviamo? È un sogno chiaro e ben definito, oppure ‘sporcato’ dai desideri e dalle richieste di chi ci sta (o stava) intorno?

Vogliamo evolvere… ma qual è il punto di partenza? Ci conosciamo veramente bene? Siamo onesti con noi stessi rispetto a chi siamo ora e come ci comportiamo ogni giorno?

Queste prime riflessioni toccano molti temi e possono essere approfondite in differenti modi, vediamone alcuni.

Quando fissiamo un punto di arrivo, ad esempio vorrei scrivere un libro“, “vorrei avere più clienti/pazienti“, “fare più sport“, “dedicare più tempo a me” è così via… che cosa stiamo ricercando veramente? 

In realtà, attraverso quell’obiettivo stiamo cercando auto-affermazione? Oppure la conferma di essere speciali? E – in questo caso – perché ne abbiamo bisogno? Per sentirci di successo, migliori di altri, per attirare amore o altro?

Spesso non riusciamo a raggiungere un obiettivo perché non è realmente un punto di arrivo, ma solo un mezzo che abbiamo identificato per qualche bisogno più profondo.

Una buona guida per analizzare e capire i reali bisogni sottostanti, può essere quella dei Bisogni Ancestrali.

Il modello dei Bisogni Ancestrali deriva dall’analisi dei bisogni primari dell’uomo secondo alcuni criteri essenziali: 1) se non vengono soddisfatti (se sono soddisfatti male e in modo disfunzionale) portano alterazioni funzionali (pensiero, emozioni, motivazione, ecc.) ma anche strutturali (alterazioni della neurobiologia sottostante alle suddette funzioni), rivelandosi un meccanismo centrale nei processi psicosomatici; 2) sono comuni a tutti i mammiferi, individuabili tramite l’osservazione e sono il risultato di anni di ricerche sul campo; 3) rappresentano un meta-modello, in grado di integrare ogni altro modello di bisogni, motivazionale o di personalità, fornendo nuove chiavi di lettura.

Vediamo alcuni esempi pratici

Il primo è il risultato della scheda di lavoro che abbiamo sviluppato proprio per questo scopo. Vuoi usarla anche tu? Puoi scaricare una scheda vuota e l’esempio che vedi qui sotto da questo link: scarica la scheda di lavoro vuota e l’esempio.

esempio Bisogni Ancestrali e Obiettivi

 

Altri esempi sono: fare attività fisica (ad esempio attraverso il proposito di andare in palestra o a correre) può essere un modo positivo per riprendere controllo (Bisogno Ancestrale di Controllo e Sicurezza) sulla propria salute mentale e fisica.

Di contro aumentare il lavoro (proposito di lavorare di più o di aumentare il numero di clienti/pazienti) può aumentare la sicurezza economica, ma non è sufficiente se c’è un problema di scarso controllo nelle spese. Questo può avvenire, ad esempio, per una fragilità in questo stesso bisogno (non si sono sviluppate capacità di auto-regolazione e di monitoraggio sistemico), oppure per una disfunzione vicaria di un altro bisogno, ad esempio se si spendono molti soldi con lo scopo di farsi amare (bis. di Amare ed Essere Amati) o accettare da qualcuno (bisogno di Auto-Affermazione e Sicurezza).

Un ultimo esempio riguarda il desiderio di dedicare più tempo a sé stessi, che può essere un modo per gratificarsi (Bisogno Ancestrale di Piacere), oppure per rigenerarsi e poter essere più produttivi (Bisogno di Creare e Produrre) oppure ancora per imparare a stare bene da soli in modo autonomo (Bis. di Essere Amati) o per riscoprire la libertà persa di cui necessitiamo per dare equilibrio, slanci motivazionali, creatività e curiosità esplorativa (bisogno di Libertà).

Se stai fissando i tuoi obiettivi o se stai aiutando qualcuno a farlo, prova ad analizzare come realizzano o penalizzano i Bisogni Ancestrali.

Puoi anche – e forse sarebbe meglio – provare ad invertire il procedimento. Fai il punto su come sono messi i bisogni ancestrali in generale, quali sono soddisfatti adeguatamente e quali no, quali trovano libera espressione e quali sono sacrificati o soppressi per troppo lungo tempo.

> Scarica la scheda di lavoro e inizia ad usarla subito.

Vuoi saperne di più sui Bisogni Ancestrali e, in generale, sul nostro approccio?
Hai tante possibilità, in base ai tuoi scopi:
Guarda gli altri articoli nel blog

 

Dai un’occhiata ai libri in cui ne parliamo
Valuta di diventare membro dell’HUB, la piattaforma di corsi online per un approccio integrato, pratico e completo su cambiamento e benessere
Scopri il corso Real Stories, per lavorare in modo coinvolgente ed esperienziale sul cambiamento e sul poter essere sé stessi al meglio
Partecipa al Master in Scienze Integrative Applicate.



DOWNLOAD THE E-BOOK!
Receive for free this useful technique now.
  We hate spam and never share your details.
Articoli simili?
Rimani aggiornato sulle prossime uscite e iniziative
Privacy garantita
NB: quando ricevi la prima mail salva il mittente tra i contatti! Se usi gmail controlla che il messaggio non finisca tra le promozioni, nel caso trascinalo nella cartella principale e conferma l'impostazione per i messaggi futuri.
DOWNLOAD THE E-BOOK!
Receive for free this useful technique now.
  We hate spam and never share your details.
DONE!
An email will be sent to you in a couple of minutes. So, check in your inbox!

If you don't see it, look in the spam folder
(or in the promotion tab if you use Gmail)
Confirm the message is not "spam" and drag it to the main inbox.

Remember to add us to your contact list,
like this you can stay sure to receive our future messages.
SHARE US!
Do you like this article?
Receive free update about this and similar topics!
Privacy guaranteed
When you receive the first email please save the sender into your contacts! If you use Gmail checks that our message doesn't end up among in the promotion tab, In this case drag it into the main tab and confirm the setting for future messages.
FATTO!
In pochi minuti riceverai una mail. Controlla la tua casella!

Se non la trovi, guarda nella posta indesiderata
o anche nel tab 'promozioni' se usi Gmail
e trascina il messaggio nella cartella principale.
In ogni casi aggiungi il nostro indirizzo alla rubrica,
così non perderai i prossimi messaggi ;)
CONDIVIDI SUI SOCIAL!
LEGGI SUBITO!
Uno strumento pratico e flessibile
CONSULTA ORA!
Un pdf di uso pratico e immediato
SCARICA SUBITO!
Una pratica mappa di lavoro
ISCRIVITI ORA!
Lascia nome, email e telefono, ti ricontatteremo a breve.
ENROL NOW!
Leave your name, email and phone below and we will be in touch soon.
ISCRIVITI ORA!
Lascia nome ed email, ti manderemo un promemoria prima del seminario
e, qualche giorno dopo, il link per vedere la registrazione.
GET IT NOW!
A practical and flexible tool
Motivating people to change is difficult
However, there are some communication methods designed to help us with these situations.
We have gathered 7 of the most useful communication PATTERNS in this FREE mini-guide
Motivating people to change is difficult
However, there are some communication methods designed to help us with these situations.
We have gathered 7 of the most useful communication PATTERNS in this FREE mini-guide
CROSSED CYCLES BREATHING
✓ Regulate stress responses
✓ Restore physiology to mind and body
✓ Develop self-control
1 basic TECHNIQUE
5 WAYS to apply it with sub-variants
8 scientific and theoretical CORNERSTONES
The system requires BOTH first and last name
(more than 2 letters each)
CROSSED CYCLES BREATHING
1 basic TECHNIQUE
5 WAYS to apply it with sub-variants
8 scientific and theoretical CORNERSTONES
The system requires BOTH first and last name (more than 2 letters each)
RESPIRAZIONE A CICLI INCROCIATI
1 TECNICA di base
5 MODALITÀ e 12 sotto-varianti
8 FONDAMENTI teorico-scientificI
ATTENZIONE: servono sia nome che cognome, lunghi più di 2 caratteri
RESPIRAZIONE A CICLI INCROCIATI
1 TECNICA di base + 5 MODALITÀ e 12 sotto-varianti
ATTENZIONE: servono sia nome che cognome, lunghi più di 2 caratteri
CROSSED CYCLES BREATHING
✓ Regulate stress responses
✓ Restore physiology to mind and body
✓ Develop self-control
1 basic TECHNIQUE
5 WAYS to apply it with sub-variants
8 scientific and theoretical CORNERSTONES
The system requires BOTH first and last name
(more than 2 letters each)